Reportage

Riflessioni di una volontaria nel campi per rifugiati

  • 11 Luglio, 2019 11:28

Pubblichiamo l’intervento della compagna Gaia, una riflessione derivata dalla propria attività come volontaria nei campi per rifugiati. Da poche settimane rientrata dall’ultima esperienza in Grecia, Gaia conclude con una considerazione sulle cosiddette politiche migratorie dal punto di vista di educatrice, sull’effetto che tale gestione ha e avrà sulle persone coinvolte, alle quali è negata ogni fiducia nel presente e speranza per il futuro.     Sono stata nei campi rifugiati per la prima volta nel 2015, in Giordania: davanti a me vere e proprie baracche costruite con plastica, pezzi di tende, assi di legno, tappeti e coperte in mezzo alla…

Una voce da Diavata, puntata 5

  • 26 Maggio, 2019 20:01

Prosegue il diario di Gaia dal campo di Diavata: Mohammad è sparito. (torna alla puntata 4). Refugee camp Diavata 5. Tomorrow go. Una frase che ricorre tra i volontari e tra gli ospiti del campo. Per i volontari la certezza di un passaporto per rientrare a casa, per gli ospiti del campo un viaggio pieno di incognite ed incertezze. Era vestito elegante Mohammad. Gli abbiamo chiesto il motivo e lui ci ha risposto che sarebbe partito per l’Albania… subito dopo però ci ha detto che stava scherzando. Mohammad non si vede da un paio di giorni. Ho aspettato guardando le…

Una voce da Diavata, puntata 4

  • 22 Maggio, 2019 09:10

Prosegue il diario di Gaia dal campo di Diavata: un incontro. (torna alla puntata 3). Refugee camp Diavata 4. Oggi ho conosciuto Almas, un ragazzino che viene dall’Afghanistan. Mi fa un disegno. Disegna la sua casa e inizia a raccontarmi di sé. Ha sette sorelle e un fratello. Le due sorelle più grandi sono in Germania e vorrebbe raggiungerle. Ha passato due anni in Turchia ed è arrivato in Grecia a piedi, passando dal fiume Evros. Vive al campo con i fratelli e la mamma, il papà è morto in Afghanistan. Lo racconta così, mimando una battaglia (o una guerra,…

Una voce da Diavata, puntata 3

  • 19 Maggio, 2019 19:59

Prosegue il diario di Gaia dal campo di Diavata con una riflessione, nata nella quotidianità. (torna alla puntata 2). Oggi si usa solo l’immaginazione. Immaginate di superare un cancello per entrare nel campo. Qui più di 100 container, simili a quelli che a volte si affittano nei campeggi, le famose “case mobili”. Dopo i container arrivano le tende, montate sotto il sole, senza un albero, senza ombra. All’interno del campo ci sono spazi condivisi: un parchetto giochi, qualche tavolo, i bagni e il lavatoio. Tutti i giorni si incontrano persone con shampoo e asciugamano in mano, con i capelli ancora…

Una voce da Diavata, puntata 2

  • 18 Maggio, 2019 00:44

Prosegue il diario di Gaia dal campo di Diavata (torna alla puntata 1).   Refugee Camp Diavata. Un altro giorno nel campo. Nel periodo del Ramadan al mattino si vedono poche persone in giro: i ritmi sonno/veglia cambiano, le persone sono più stanche e, i primi giorni, un po’ più nervose. I bambini invece si vedono sempre. Salutano e ti corrono incontro, con quelle ciabattine a volte troppo grandi per loro e spesso scambiate. Ti prendono per mano e ti seguono ovunque, fino a scuola. Ed ecco la scuola: un container tutto sommato accogliente, le bidelle, le classi colorate. La…

Una voce da Diavata, puntata 1

  • 16 Maggio, 2019 13:22

Iniziamo oggi un reportage dal campo profughi di Diavata in Grecia. La nostra compagna Gaia è tornata da qualche settimana sul posto in veste di volontaria. In questa prima puntata, una breve spiegazione e le impressioni all’arrivo.   Salonicco, Refugee Camp Diavata aperto nel 2017. Quello di Diavata è un campo governativo gestito dal ministero degli interni, che a sua volta ha affidato l’organizzatore interna del campo all’associazione greca ASB (https://asb.gr). Le grandi organizzazioni come IOM e UNHCR non sono più presenti in Grecia. Il campo di Diavata è stato studiato per ospitare circa 750 persone. A giugno 2018 le…

Comunicato dopo il 1 maggio torinese

  • 2 Maggio, 2019 18:00

Alcun@ tra noi hanno partecipato alla manifestazione torinese del 1 maggio nello spezzone dei movimenti a sostegno della lotta NO TAV. Ci siamo presi un giorno prima di scrivere non perché fosse necessaria particolare analisi sulla giornata, ma per dare una prospettiva di più ampio respiro senza essere inghiottit@ dal vortice di false notizie cui si cerca di rispondere con i fatti reali, foto, video, testimonianze (i presunti “lanci” contro la polizia che non hanno lasciato la minima traccia né su video, né per strada: forse lanci di aria…). I fatti sono ormai noti e piuttosto lineari: come consuetudine, le…